Concorso in Sicilia per infermieri ed oss: facciamo un po’ di chiarezza.

Il concorso siciliano per Infermieri ed Oss ha indubbiamente animato un settore, quello cioè della sanità pubblica isolana, che da troppi anni era rimasto immobile. L’annuncio di una selezione ha acceso il sogno di migliaia di infermieri ed Oss di poter finalmente svolgere il proprio lavoro nella loro terra d’origine. Ma non è tutto. Il provvedimento, infatti, non esclude le possibilità a tutti gli altri operatori ed infermieri di poter accedere alla selezione pubblica, nel caso di mancata copertura, parziale o totale, dei posti a disposizione. Questo ed altri aspetti hanno inevitabilmente generato qualche confusione. Con questo articolo proverò a fare un po’ di chiarezza in merito.

Mobilità volontaria e contestuale indizione di concorso pubblico.

Cominciamo a sciogliere subito il primo nodo. A chi è rivolta la selezione? Chi può partecipare? Il concorso è rivolto principalmente a tutti gli infermieri e gli operatori socio sanitari di ruolo con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso le aziende e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale. Chi possiede questi requisiti può presentare istanza di mobilità, regionale e interregionale, candidandosi per via telematica alla selezione, che sarà per titoli e colloquio. Questi hanno sicuramente la priorità, anche se il bando lascia aperta un’altra porta. Nel caso in cui, infatti, con le procedure di mobilità non si dovesse arrivare a coprire tutti i posti, si procederà con il concorso pubblico a cui potranno partecipare tutti gli altri operatori ed infermieri. In entrambi i casi è possibile già effettuare la domanda seguendo ovviamente due procedure diverse. È importante inoltre sottolineare che la procedura di selezione si suddivide in due aree: bacino orientale e bacino occidentale.

Bacino orientale.

Andiamo al bacino della Sicilia Orientale (Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa). In questo caso la Regione Sicilia mette a disposizione 624 posti, 397 dei quali infermieri e 227 operatori socio sanitari. I posti per Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere sono così ripartiti: Asp di Catania (118), Asp di Enna (32), Asp di Messina (34), Asp di Ragusa (97), Asp di Siracusa (24), A.O. Cannizzaro di Catania (24), A.O. Papardo di Messina (36), A.O.U. Policlinico di Messina (13), I.R.C.S.S. Bonino Pulejo Messina (19). I posti invece per Operatori Socio-Sanitari invece sono così suddivisi: Asp di Catania (76), Asp di Enna (29), Asp di Ragusa (42), A.O. Cannizzaro di Catania (15), A.O.U. Policlinico di Messina (15), I.R.C.S.S. Bonino Pulejo Messina (50). Per consultare integralmente il bando relativo al bacino orientale clicca qui. Se vuoi invece candidarti alla selezione relativa al bacino orientale collegati al sito www.aspct.it oppure clicca direttamente su questo link. Se vuoi presentare istanza di mobilità clicca su “mobilità di bacino”, in caso contrario clicca invece su “Concorso di bacino” (vedi nella foto). Dopo aver effettuato la registrazione puoi proseguire con la procedura di compilazione della domanda.

Bacino occidentale.

Il “bacino occidentale” comprende le Asp di Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta. In questa area il numero dei posti a disposizione è sensibilmente maggiore, ben 768, di cui 532 riservati agli infermieri e 236 agli oss. I posti per Collaboratore Professionale Sanitario Infermiere sono cosi ripartiti: Asp di Agrigento (7), Asp di Caltanissetta (63), Asp di Palermo (111), Asp di Trapani (130), A.O. Villa Sofia – Cervello di Palermo (65), Arnas civico di Palermo (108), A.O. Policlinico di Palermo (48). I posti riservati agli Operatori Socio-Sanitari sono così suddivisi: Asp di Agrigento (16), Asp di Caltanissetta (1), Asp di Trapani (106), A.O. Villa Sofia – Cervello di Palermo (5), Arnas civico di Palermo (79), A.O. Policlinico di Palermo (29). Puoi consultare il bando cliccando direttamente qui. Anche in questa caso la presentazione della domanda avviene unicamente per via telematica sul sito dell’Asp di Palermo, www.asppalermo.org (sezione concorsi), oppure puoi cliccare direttamente qui.

Domande frequenti.

Quanto tempo ho a disposizione per presentare la domanda? Sia per la mobilità che per il concorso hai tempo fino alle ore 23:59:59 del 4 novembre 2019. Le Asp di Catania e Palermo sconsigliano tuttavia di inoltrare le domande nei giorni immediatamente vicini alla scadenza per evitare che il sistema informatizzato vada in tilt compromettendo la vostra stessa candidatura. Quanto costa effettuare la domanda? La domanda non ha alcun costo. Posso candidarmi per entrambi i bacini? Sul bando non è specificato nessun limite per cui puoi effettuare tranquillamente la domanda per entrambi i bacini. Non dovrebbe esserci nessun problema a patto che le due selezioni non si svolgano lo stesso giorno. Ho sbagliato a compilare la domanda, cosa posso fare? Se ti dovessi accorgere di aver commesso degli errori nella compilazione della domanda, potrai eliminarla e ripresentarla. Il tutto, ovviamente, entro la data di scadenza della selezione. Come faccio a sapere se sono stato ammesso alla selezione? L’elenco dei candidati ammessi verrà pubblicato sui rispettivi siti www.aspct.it, per quanto riguarda il bacino orientale, www.asppalermo.org, per quanto concerne quello occidentale.  Con chi posso parlare per ulteriori delucidazioni? Per il bacino orientale puoi contattare uno di questi numeri:095/2540466, 095/2540335, 095/2540330, 095/2540329, 095/2540327, 095/2540258, 095/2540379 095/2540897. In alternativa puoi scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: info.ossinfermieri@pec.aspct.it Se sei candidato per il bacino occidentale puoi contattare invece uno di questi numeri 091/7033944, 091/7033945, 091/7033934.

 

 

 

 

 

2 pensieri riguardo “Concorso in Sicilia per infermieri ed oss: facciamo un po’ di chiarezza.

  • Ottobre 10, 2019 in 5:57 pm
    Permalink

    Un Operatore Socio Sanitario, nn è solo un supporto per il paziente, per l igiene, mobilizzazione, un tocca sano per il paziente trapassa una barriera che è difficile, il paziente parla, si sente ascoltato e capito, gli OSS per le loro competenze verso il paziente e un supporto al proprio stato d animo che sia in degenza o domicilio, svolge ruolo di beneficio.

    Risposta
  • Ottobre 10, 2019 in 6:07 pm
    Permalink

    Sono Calafato Salvatore e sono oss. Sono anche padre di una bambina disabile e conosco bene questo lavoro. Sono di palma di montechiaro in provincia di Agrigento

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *