Sicilia, istituiti Registro e Osservatorio regionale sulla Sclerosi Multipla.

C’è un primato di cui può vantarsi anche la Sicilia, da oggi prima regione italiana ad aver istituito il Registro e l’Osservatorio regionale sulla Sclerosi Multipla. Si tratta di nuovi strumenti di monitoraggio e programmazione per favorire l’accesso tempestivo alla cura per le oltre 9.000 persone con Sclerosi Multipla presenti sul territorio siciliano. Nei giorni scorsi l’assessore regionale, Ruggero Razza, ha firmato il decreto che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

“Il Registro rappresenta un monitoraggio di quelle che sono le oltre nove mila persone con Sclerosi Multipla in Sicilia – spiega Alessandro Ricupero, consigliere nazionale dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla -. Il registro è inoltre uno strumento fondamentale per gli studi epidemiologici e per comprendere e migliorare i bisogni delle persona con SM in ogni singola provincia, per capire la differenza di ogni offerta sanitaria provinciale”. Il decreto istituisce inoltre anche l’Osservatorio permanente sul percorso diagnostico, terapeutico ed assistenziale, utile per la ricerca scientifica e per migliorare la funzionalità degli ambulatori. Un risultato importante fortemente voluto dall’Aism, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, da 50 anni impegnata nella battaglia contro questa grave malattia.

La Sclerosi Multipla è una malattia autoimmune del sistema nervoso centrale, imprevedibile, cronica e degenerativa. La SM può esordire ad ogni età della vita, ma è diagnosticata principalmente tra i 20 e i 40 anni con una maggiore incidenza sulla popolazione femminile, più colpita in numero doppio rispetto a quella maschile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *