Rovigo, pazienti di una casa di riposo picchiati e minacciati.

Rovigo – Minacce e violenze fisiche ai danni di persone non autosufficienti. È quanto sarebbe accaduto in una struttura assistenziale di Rovigo, al centro di alcune indagini condotte nei giorni scorsi dalla Polizia di Stato e avviate da alcune dichiarazioni del personale che, di fronte a comportamenti violenti, ha contattato le forze dell’ordine. Le accuse hanno trovato conferma nelle intercettazioni ambientali effettuate poi nei giorni successivi. Sono in tutto nove le misure cautelari eseguite ai danni di Operatori Socio-Sanitari ed inservienti che prestavano servizio nella struttura residenziale, una casa di riposo per anziani non autosufficienti. L’autorità giudiziaria ha disposto, per questi soggetti, il divieto di svolgere prestazioni professionali in tutte le strutture assistenziali e sanitarie.  

Marco Amico

Operatore socio sanitario, blogger e giornalista. Ho 35 anni, una laurea in Lettere e Filosofia, che c'entra poco con la mia professione, e la passione per la scrittura, le bici, le serie TV, i libri, la storia. Lavoro in una casa di riposo e nel tempo libero scrivo articoli d'informazione socio-sanitaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.